Il Premiolino. Il gusto della Sincerità – parte II

Lo so, vi ho già parlato ieri delle emozioni che ho vissuto alla premiazione de Il Premiolino. Il gusto della Sincerità, ma volevo condividere con voi altre ‘chicche’.

Da quest’anno sono entrati a far parte della giuria* de Il Premiolino, composta davvero dai massimi rappresentanti del giornalismo italiano, anche Piero Colaprico (inviato de La Repubblica) e Beppe Severgnini (editorialista del Corriere della Sera) che insieme hanno premiato Marco Lillo de Il Fatto Quotidiano.

Colaprico e Severgnini, in qualità di ‘new entry’ hanno voluto condividere le motivazioni che li hanno spinti ad accettare di far parte della giuria. Visto che mi son piaciute, ho pensato di parlarne anche a voi.

Colaprico ha detto di aver accettato ‘perché se me l’hanno chiesto questi nomi del giornalismo non potevo proprio tirarmi indietro’ mentre Severgnini ha detto di aver detto sì (ed è la prima volta che accetta di essere un giurato) ‘perché Il Premiolino rimane l’unico Premio in Italia in cui giornalisti premiano altri giornalisti’.

E se lo dicono loro….

PS: ieri Severgnini, nella sua rubrica Italians, ha elencato le sue ‘Quattordici ricette per il giornalismo’. Mi piace la connessione tra giornalismo e cucina ed è bello pensare che le ricette del successo professionale siano le stesse ovunque.

Questo pezzo l’avrà scritto ispirandosi ai piatti ‘birrosi’ che gli chef Sadler, Berton e Oldani hanno preparato per gli ospiti de Il Premiolino? Forse sì, e comunque sono convinto che la cultura si faccia anche ai fornelli, no?

* I membri della la giuria:

GAETANO TUMIATI

GIANCARLO GALLI

CHIARA BERIA DI ARGENTINE

ENRICO GRAMIGNA

BRUNO AMBROSI

GIULIO ANSELMI

NATALIA ASPESI

PIER BOSELLI

PIERO COLAPRICO

FRANCESCO CONFORTI

FERRUCCIO DE BORTOLI

MILENA GABANELLI

ELIO MARAONE

ENRICO MENTANA

MORANDO MORANDINI

ALFREDO PRATOLONGO (Heineken Italia)

DONATA RIGHETTI

VALERIA SACCHI

BEPPE SEVERGNINI

GIAN ANTONIO STELLA

Post correlati:

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.